I migliori servizi online per salvare le foto

Dove salvare le foto online
[kkratings]Nonostante Vint Cherf di Google abbia detto “se ci tenete davvero ad una foto stampatela” vista l’enormità di foto che scattiamo ogni giorno ci ritroveremo le case e le strade invase da foto nel giro di una settimana se le stampassimo tutte. Soprattutto se avete appena comprato una fenomenale fotocamera mirrorless come la Olympus E-M5II, ben presto avrete tra le mani così tanti scatti che la vostra scheda di memoria si esaurirà ben presto.
Cherf tra l’altro si riferiva alle possibilità che in futuro se qualcuno trovasse i nostri “resti” questi siano veramente inaccessibili a causa della tecnologia. Insomma se io trovo una lapide di pietra di 10.000 anni fa con un toro disegnato, saprò riconoscere la pietra ed il toro con i miei occhi mentre posso non essere già capace di aprire un file creato con un programma che non ho mai usato.

Per quanto riguarda il nostro presente quindi, niente paura: se vogliamo conservare tutte le decine di foto che ogni giorno i nostri smartphone e le nostre fotocamere producono è meglio salvarle online, visto che non si sa mai, basta un virus, una rottura, uno smarrimento, un tocco sbagliato su elimina e possiamo perdere preziosi ricordi.

Ecco una guida ai migliori servizi per salvare le nostre foto online ed accedervi gratuitamente.

Dropbox

Uno dei più famosi marchi nel mondo del cloud, Dropbox è sempre stato tra i servizi di questo tipo per la sua gestione facile da pc che tramite il software permetteva di lavorare con i file in cloud come da una normalissima cartella del Pc, pur esistendo anche una app mobile ed una versione web da browser. Non tutti sanno che Dropbox dispone anche di una App fatta per le foto. Si chiama Carousel ed unisce salvataggio e gestione delle foto in cloud, visualizzazione offline a caratteristiche social per condividere, commentare e chattare con i nostri amici che usano il servizio. Offre fino a 3 giga gratis e poi lo spazio può essere aumentato pagando annualmente (i costi sono bassi comunque). Link a Dropbox.

Google Photos

Con una interfaccia semplice (molto più semplice di Google+ per esempio) e pulita, Google offre un servizio di gestione delle foto veramente incredibile:

  • gratuito
  • spazio illimitato
  • capacità di
    • riconoscere automaticamente i volti, i luoghi
    • etichettare le foto da sola
    • pulire eventuali doppioni riconoscendo se una foto e già stata caricata indipendentemente dal nome del file.

Le foto vengono salvate in JPEG con un dimensione massima di 16 megapixel (se sono più grandi vengono compresse) il che è ottimo per uso “personale” un poco meno per chi con le immagini ci lavora e manipola file più grandi e formati diversi. Visti i suoi punti di forza (gratis e illimitato) è raccomandatissima. Link a Google Photos.

Google Drive

Se invece volete salvare in modo più tradizionale le foto, non volete che Google riconosca i vostri volti, faccia appello al suo enorme database per il geotag, se volete salvare qualsiasi tipo di File volete Google Drive è sempre una alternativa solida per salvare e condividere qualsiasi cosa, anche foto quindi. Gratuita con 16 giga di spazio. Link a Google Drive.

Flickr

Il servizio di foto di Yahoo offre:

  • 1 terabyte di spazio (1000 giga sono tanti)
  • nessun ridimensionamento delle foto (le foto saranno nelle dimensioni originali, perfetto per i veri amanti della fotografia soprattutto ad alta risoluzione)
  • strumenti di editing
  • risoluzioni multiple
  • opzioni per la privacy ed i diritti di utilizzo delle immagini.

Per questi motivi è sicuramente uno dei siti preferiti per l’archiviazione delle foto da parte dei professionisti. Purtroppo è destinato a rimanere molto di “nicchia” perché l’esperienza dell’utente è limitata da un funzionamento non proprio intuitivo ed un design poco accattivante ed allo stesso tempo poco funzionale. Link a Flickr.

OneDrive

Anche il servizio cloud di Microsoft ha una sua funzione apposita per le foto, che non vengono solo salvate ma anche etichettate. L’esperienza è molto simile all’esplora risorse di Windows e per questo può risultare abbastanza facile da usare. Il limite massimo di spazio gratuito è 15 giga. Link a OneDrive.

iCloud Photo Library

L’archiviazione cloud per foto della Apple è sicuramente quella più funzionale per gli utenti di iOs visto che permette di visualizzare la libreria di foto da tutti i device di appartenenza, offrendo anche opzioni di editing. Offre 5 giga di spazio gratuito che può essere aumentato con piani di pagamento che partono dai 0,99 dollari in su. Link a iCloud Photo Library.

In conclusione

Abbiamo quindi visto quali servizi utilizzare per salvare le nostre preziose foto scattate con tanta cura. Le fotocamere mirrorless permettono di scattare foto davvero ad alta qualità e solitamente di dimensioni non trascurabili pertanto vi consigliamo di usare uno di questi servizi per evitare di esaurire lo spazio disponibile sul vostro hard-disk.

Come evidenziato in precedenza, la maggior parte delle fotocamere mirrorless, come ad esempio l’ottima Olympus E-M5II, è dotata di wifi che permette un upload delle foto direttamente dal vostro computer e da qui in un niente è possibile caricarla online.

Scopri le migliori offerte!

Comments are closed.